Questo sito contribuisce alla audience di panorama

I tipi di barba di tendenza del 2015


Stili, tendenze e curiosità del mondo della barba di moda nel 2015

di Eleonora Gionchi

L’ultima tendenza in fatto di barba? Decorarla come fosse un albero di Natale, visto il periodo. Ma questo è solo l’ultimo trend di un anno in cui barba e baffi sono stati veri e propri protagonisti diventando un grande classico da sfoggiare. Ecco le 5 news più accattivanti che abbiamo raccolto nel 2015, con i relativi consigli pratici e le curiosità.

Come farla crescere. Mantra dell’anno è stato: abbasso il viso sbarbato e completamente pulito. Per quelli che sono ancora indecisi, che non sanno se potrebbero star bene, che vogliono seguire la tendenza o magari accontentare la propria compagna, a questo link sei consigli pratici per far crescere la barba per il 2016.

Pizzetto e moustache. Se nel 2014 la barba dominava, quest’anno hanno fatto la loro comparsa due alternative da sfoggiare secondo il proprio look: pizzetto e baffi sono diventati protagonisti, vivendo una seconda giovinezza a volte anche dal sapore vintage.

Barbe e baffi conquistano il red carpet. Dagli Oscar a Cannes arrivando a Venezia, sul red carpet si sono alternate due scuole di pensiero: chi sbarbato di tutto punto e chi con una barba perfettamente curata e mai incolta.

Barberie. Ritorna la barba e ritornano anche le barberie, non più luoghi demodé ma veri e propri templi dove scoprire le ultime tendenze e i prodotti ad hoc. Le ultime aperte, in ordine di tempo, sono il nuovo Bullfrog vicino a piazza Gae Aulenti a Milano, con spazio dedicato anche alla moda maschile, e il primo monomarca di Original Toiletries a Roma in cui trovare prodotti beauty maschili dal packaging d’antan.

Gli eventi e le mostre. Fenomeno di massa, certo, ma soprattutto culturale tanto da essere protagonista di eventi e mostre in giro per il mondo: ci si fa crescere la barba per Movember, per partecipare a OctoBeard Fest e, se si è dei veri personaggi, può capitare di venir fotografati da un grande fotografo e poi essere esposti alla Somerset House di Londra.