Questo sito contribuisce alla audience di panorama

I consigli per curare la pelle grassa dell’uomo


La parola all’esperto: quattro domande e quattro risposte per una pelle perfettamente opaca

di Eleonora Gionchi

Si pensa che non abbia bisogno di particolari cure, tutt'altro: anche la pelle grassa, al pari di quella sensibile, necessita di attenzioni così da non farla apparire lucida. Per questo abbiamo chiesto ad Amedeo Patrizi, training&promotion manager del marchio Sisley Paris, alcuni consigli su come curarla quotidianamente, tenendo conto di tutte le esigenze e step di cura, rasatura compresa. 

Come si riconosce la pelle grassa negli uomini e quali sono le cause?
La pelle grassa è caratterizzata da una grana irregolare, spesso lucida, con colorito disomogeneo, pori dilatati, ispessimento dello strato corneo e imperfezioni cutanee più o meno diffuse. Tutto questo è la diretta conseguenza di una maggiore produzione sebacea che, per caratteristiche ormonali, è più comune nell’uomo che nella donna.

Come deve essere trattata la pelle grassa? La si può prevenire in qualche maniera?
La pelle grassa è una tipologia di pelle, pertanto non si può prevenire: ci sono però abitudini sbagliate e l’utilizzo di prodotti non idonei che possono acuire le sue manifestazioni. I tre step fondamentali da tenere presenti sono: regolarizzare la produzione di sebo, contrastare la proliferazione batterica nemica, non dimenticarsi mai l'idratazione. Quest’ultimo è un passaggio spesso sottovalutato ma che al contrario è indispensabile per tutte le tipologie e condizioni di pelle.

Quali sono gli step indispensabili nella beauty routine quotidiana? E su quali ingredienti bisogna puntare?
Sisley ha appena presentano una linea completa Aux Résines Tropicales che racchiude tutti i passaggi fondamentali per la cura della pelle grassa. Fondamentale è la detersione, di primaria importanza perché elimina dalla superficie della pelle tutte le impurità e gli eccessi di sebo. Attenzione però a utilizzare prodotti non aggressivi, in modo da scongiurare l’effetto rebound (la rimozione del film protettivo della pelle, porta a una produzione maggiore di sebo, ndr) aggravando così la situazione. Altro step importante è l’esfoliazione necessario per liberare i pori della pelle. In questa maniera si elimina il sebo in eccesso, scongiurando la formazione di punti neri che possono infiammarsi e creare arrossamenti e infezioni. Per esfloliare è utile scegliere una maschera da applicare al massimo 2 volte la settimana, a base di acido salicilico o simili, ed evitare gli esfolianti meccanici i quali, se usati con troppa energia, attraverso l’azione abrasiva dei granuli, possono aggredire troppo la pelle. Dopo la maschera, è bene applicare un siero specifico a cui far seguire una crema formulata con ingredienti in grado di regolarizzare l'eccessiva oleosità della pelle.

Rasatura e pelle grassa, come si gestiscono?
La rasatura di una pelle grassa comporta in primis una maggiore attenzione all’igiene degli strumenti necessari: è importante quindi ricordarsi di disinfettare sempre il rasoio. Qualora si volessero utilizzare dei prodotti di preparazione, bisognerebbe avere l’accortezza di scegliere prodotti che sulla confezione riportano la scritta  “non comedogenico”, ovvero che non occludono i pori della pelle, l’anticamera delle imperfezioni. In caso di presenza di brufoli, il consiglio è quello di scegliere un rasoio mono, o al massimo bilama, e di applicare la schiuma da barba con le mani, evitando di utilizzare pennelli da barba che potrebbero irritare ulteriormente la pelle.