Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Golden Globes 2017: barba e baffi per l’uomo


La tendenza maschile sul tappetto rosso a Los Angeles: gli attori puntano su uno stile “easy to wear” e facile da copiare

di Eleonora Gionchi

È stato un vero e proprio trionfo. E non stiamo parlando dell’incetta di premi che il film La La Land ha fatto la notte scorsa ai Golden Globes di Los Angeles, bensì della combinazione baffo e barba corta che, in questa occasione, ha conquistato un folto gruppo di attori. Un vero e proprio trend sul red carpet hollywoodiano, da copiare e tenere a mente per tutti gli amanti del genere.

Dai Golden Globes…Ryan Gosling, Ryan Reynolds, Dev Patel, Tom Ford e l’elenco potrebbe continuare. Neanche si fossero messi d'accordo, la scorsa notte sul tappeto rosso molti attori hanno scelto lo stesso beauty look: barba corta e baffi in versione easy. Il merito è del fatto che questa combinazione è innanzitutto molto pratica e in grado di accontentare tutti: la lunghezza della barba può variare, molto corta, come l’hanno scelta Ryan Goslin e Aaron Taylor-Johnson, oppure folta, come quella di Justin Timberlake e Ryan Reynolds. Questione di gusti quindi.

…al quotidiano. Un look facile e semplice dunque, che offre molti vantaggi: uno su tutti il fatto che si adatta facilmente alle diverse tipologie di visi, anche se particolarmente indicato per quelli più magri e spigolosi, perché ne ammorbidisce la forma e le linee, come nel caso dell’attore indiano Dev Patel. Un altro vantaggio è la sua “personalizzazione”: la barba può essere folta fino a coprire quasi tutta la guancia, come nel caso del cantenate Justin Timberlake (marito e accompagnatore dell'attrice di Jessica Biel), oppure fatta crescere soltanto lungo i contorni del viso, come nel caso dei vincitori Gosling e Taylor-Johnson. Bisogna però sottolineare che la seconda opzione, una sorta di via di mezzo, ha la necessità di una manutenzione frequente e accurata, per cui una visita quasi settimanale dal barbiere è praticamente d’obbligo.