Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Il glossario del beauty


Il vocabolario maschile, i trend e le parole chiave. Dalla A alla Z

di Monica Agostini ,
Eleonora Gionchi

A

Acido ialuronico: Già presente nel nostro organismo, l’acido ialuronico è un polisaccaride che aiuta a mantenere la pelle compatta ed elastica. Ingrediente chiave nei prodotti anti-age, aiuta a ripristinare e a trattenere alta l’idratazione della pelle che, dopo i vent'anni, tende progressivamente a diminuire, segnando viso e corpo.

Acido ursolico: contenuto nella buccia della mela, ha effetti anti-età e rimpolpante, migliora l’attività cellulare perché stimola la microcircolazione e brucia i grassi.
Leggi anche: Mela come principio attivo

Acqua Spray: comoda e pratica,  contenuta in bombolette spray, ha più funzioni – idratante, protettiva, lenitiva e profumata a seconda delle proprie esigenze e necessità.
Leggi anche: 8 acque spray per curare la pelle dell’uomo

Air-less: sono i packaging di ultima generazione, quelli formati da due camere d’aria, una contenente il prodotto mentre l’altra, espandendosi, ne permette la fuoriuscita senza farlo entrare in contatto con l’aria deteriorandolo, proteggerlo da contaminazioni batteriche e dosando correttamente il prodotto.
Leggi anche: Come conservare creme e profumi da uomo

Amamelis: di origine naturale, è una pianta usata in cosmesi come ingrediente per pulire in profondità l’epidermide perché svolge una funzione astringente ed è quindi perfetta per le pelli impure.
Leggi anche: Tre consigli per prevenire brufoli e punti neri

Ambra grigia: secrezione biliare dei capodogli, l’ambra grigia può galleggiare anche per anni sul pelo d’acqua per poi essere pescata ed essiccata al sole. Proprio per queste sue particolarità, e soprattutto perché ora il capodoglio è una specie protetta, è tra i componenti più costosi e di difficile reperibilità nella profumeria, per questo viene sostituita con composti chimici, quali per esempio l’ambroxan, che svolgono le stesse funzioni, cioè di “fissare” la fragranza stessa.
Leggi anche: Profumi Orientali, le quattro essenze principali

Ambroxan: “fissante” usato in profumeria che adatta la fragranza alla pelle, è presente in praticamente tutti i profumi, maschili o femminili, è privo di allergeni e può essere usato anche come unica nota.
Leggi anche: 9 profumi uomo con l’ambroxan

Antiossidante: è la sostanza capace di eliminare gli scarti prodotti dalle cellule, tra cui i radicali liberi responsabili dell’invecchiamento. Presenti in prodotti cosmetici, come creme viso idratanti, gli antiossidanti possono anche essere assunti quotidianamente grazie a frutta e verdura, di cui sono forniti naturalmente.
Leggi anche: Sei modi per scegliere la giusta crema viso

Anti-traspirante: sono deodoranti contenenti i sali d’alluminio che regolano leggermente la sudorazione permettendo così di provare quella sensazione di “asciutto”, fondamentale differenza con un deodorante normale. L’accorgimento è che alla lunga i sali d’alluminio possono ostruire i pori per cui è bene non abusare di questo tipo di prodotto.
Leggi anche: Deodoranti anti traspiranti: 9 prodotti anti stress

Arginina: ingrediente fondamentale per quando riguarda la cura del capello, soprattutto nel caso di caduta. L’arginina, infatti, agisce rinforzando il bulbo alla radice, evitando quindi la successiva perdita; vista la sua azione, è anche particolarmente indicata per le chiome fini-sottili proprio perché dona loro volume.
Leggi anche Uomo: come contrastare la caduta stagionale dei capelli

Artisan Parfumeur: fondata nel 1976 da Jean Leporte, L’Artisan Parfumeur è una maison di profumeria artistica parigina. Nel 1978 è stata la prima a creare il primo profumo gourmand, Mûre et Musc, con note di more e muschio, diventato subito un best-seller. Le creazioni olfattive dell’Artisan Parfumeur, prettamente unisex, sono affidate a più nasi che si alternano tra di loro: tra questi Jean Claude Ellena, Olivia Giacobetti e Bertrand Duchaufour.
Leggi anche: La tendenza – profumi gourmand

Assenzio: L'assenzio è un distillato ad alta gradazione alcolica all'aroma di anice derivato da i fiori e le foglie dell'assenzio maggiore. Utilizzato soprattutto dai poeti maledetti di fine 800, l’assenzio è oggi trasposto in profumeria come nota olfattiva. È presente in profumi che rimandano alla Parigi folle di quegli anni. Si accompagna a note come patchouli, incenso, oppure si usa per dare un tocco di esoticità grazie ad accostamenti con pepe nero e oud.

Leggi anche: Uomo: 10 profumi con l’assenzio

B

Bacche di Goji: vere e proprie bacche, sono di colore rosso, provengono dalla regione dell’Himalaya e il loro sapore è simile a quello dei mirtilli. Sono considerate il più potente antiossidante al mondo perché contengono 22 oligoelementi e minerali che donano nuova energia alle cellule stimolando quindi il loro lavoro contro agenti esterni come inquinamento e smog, oltre a rallentare la comparsa dei segni del tempo.
Leggi anche: Bacche di Goji, le cose da sapere

Baffi a matita: chiamati anche “a penna”, sono sottilissimi e lunghi al massimo 2 millimetri. Si usavano molto negli anni Venti e portati oggi donano un effetto rétro. La manutenzione dev’essere quotidiana e solitamente sono perfetti su qualsiasi tipo di volto. Tra i baffi a matita più famosi ci sono quelli di Clark Gable, Salvador Dalì e, più recentemente, di Jean Dujardin nel film The Artist.
Leggi anche: Tutte le varianti di barba e baffi

Baffi horseshoe, o a ferro di cavallo: è lo stile cowboy per eccellenza, ripreso dal fotografo Terry Richardson. La lunghezza ideale è 3-5 millimetri, e i bracci devono arrivare fino al mento. La scaramanzia vuole che si faccia attenzione quando si rifiniscono i dettagli: non li si deve mai tagliare troppo e renderli disuguali per evitare la sfortuna. Tutto il resto del viso deve essere perfettamente rasato però. In questo caso, il trimmer è indispensabile.
Leggi anche: I baffi, taglio e stile ungherese

Baffi stile ungherese: questo genere si adatta molto al nuovo gentleman contenporaneo, che spazia tra completi british e denim vintage. I baffi hanno densità e spessore nella parte centrale, vicino al naso, per poi sfumare progressivamente verso i lati. Cere speciali danno sostegno verso l'alto nella parte finale, decisamente lunga anche oltre il centimetro. L'estremizzazione del look si vede in Salvador Dalì, con punte folli che tendono verso l'alto.
Leggi anche: I baffi, taglio e stile ungherese

Balbo Style: è uno stile di barba, recentemente portato in auge da Robert Downey Jr e dal suo personaggio in Iron Man. Consiste nella rasatura delle guance così che la barba non sia un tutt’uno con le basette.
Leggi anche: Barba – gli stili d tendenza

Barba sfumata: è un tipo di barba che si ottiene regolandola con la forbice. Mediamente, la lunghezza è quella di qualche giorno, quindi il viso non apparirà perfettamente rasato, ed è un po’ difficile da ottenere perché prevede estrema precisione e grande attenzione così da mantenere la medesima lunghezza su entrambi i lati. In questa maniera si possono regolare anche baffi e basette.

Barba Friendly Mutton Chops: è un tipo di barba che si ottiene quando basette e baffi sono un tutt’uno mentre il mento è lasciato nudo. Non è difficile la manutenzione quanto il taglio iniziale che imposta la forma per la prima volta. Da sottolineare che richiamano immediatamente agli anni Settanta. Differente invece è la semplice Mutton Chops che si distingue dalla prima per l’assenza di baffi e dalla presenza di grandi e incolti basettoni.
Leggi anche: Tutte le varianti di barba e baffi

Barber Pole: è il tipico palo che si trova fuori, accanto all’insegna dei barbieri, e che ne segnala la presenza; di origine medioevale, in Europa è di colore bianco e rosso a righe alternate mentre negli USA si aggiunge il blu come omaggio ai colori della bandiera.
Leggi anche: Il simbolo del barbiere

BB e CC Cream: BB è l’acronimo di Blemish Balm mentre CC di Color Control e sono due tipologie di creme presenti ora anche nel beauty maschile. Caratterizzate da leggerissimi pigmenti colorati, soddisfano più esigenze, idratanti, anti stanchezza e contro le imperfezioni.

Leggi anche: BB e CC Cream per gli uomini

Bioliquefatti: sono degli attivi che vengono estratti dai sottoprodotti dell’agroindustria, per esempio dalle bucce di alcuni frutti, e utilizzati nel beauty perché contengono importanti molecole che difendono, rinnovano e prevengono l’invecchiamento cutaneo.

Leggi anche: Le creme made in italy del marchio Purophi

Borse: principalmente ereditarie, le borse sotto gli occhi sono una fuoriuscita del tessuto adiposo orbitale il cui muscolo col tempo perde elasticità.
Leggi anche: Tre consigli contro borse e occhiaie

Brillantina: Indispensabile per gli styling rétro. La prima della storia fu l’olio di Makassar, usato da Rodolfo Valentino, ma non garantiva la tenuta vista la sua texture. Dopo arrivò Brylcreem, a base grassa con cera d’api. Queste formule, di lunga durata ma troppo aggressive sui capelli, sono ora sostituite dalle versioni “a base acqua” che mantengono lucidi i capelli ma facilmente risciacquabili. Arricchiti anche di vitamine, riformano e lucidano anche i capelli fini senza appiattirli troppo.
Leggi anche: Gel per i capelli, quale scegliere, Capelli da uomo i tagli dell'autunno, I migliori tagli di capelli del 2013

Brush: tutte le spazzole per pettinate e ammorbidire barba e baffi hanno nomi inglesi, nel gergo del settore. The Club è una spazzola grande, di forma rettangolare e con un manico, utilizzata per ricreare un look anni Settanta, pettinando i capelli “all’indietro”, ma lasciandoli morbidi. The Military Brush, invece, ha forma ovale ed è utilizzata per districare e lucidare soltanto la barba. The Moustache Brush infine è la versione mini del Comb, e viene usato per dare e mantenere forma ai baffi.
Leggi anche: Come sistemare a casa barba e baffi

Brylcreem: la prima vera pomata per capelli, permetteva di avere quello stile lucido e piatto che andava di moda negli anni Venti. Era un’emulsione a base d’acqua, oli minerali e cera d’api, fondamentalmente grassa ma di lunghissima durata. I militari della Royal Air Force inglese erano chiamati  “Brylcreem Boys” per il loro uso cospicuo di questa cera. David Beckham, nel 1997, fu scelto come testimonial del marchio.
Leggi anche: Capelli uomo, il taglio classico Executive Contour, Capelli uomo, il taglio classic Slick Back

Burro di Karitè: vero e proprio burro, è di origine africana (il Senegal è tra i paesi maggiori produttori) e viene usato in molti creme e maschere idratanti proprio per la texture molto ricca e densa che nutre in profondità l’epidermide. Ideale sia d’inverno ma anche d’estate quando la pelle è scottata dal sole o comunque secca, il burro di karitè ha bisogno di tempo per essere assorbito.
Leggi anche: Inverno: 11 modi per pulire il viso dell’uomo

C

Caffè: usato nella profumeria, il caffè è un ingrediente particolare che può essere presente in fragranze gourmand, abbinato a note come il cioccolato, caramello, liquirizia. Utile anche per controbilanciare la dolcezza di essenze floreali o sottolineare la virilità se affiancato al patchouli e al rhum.
Leggi anche: Tendenza caffè: nove profumo uomo per l’autunno.

Cannella: Originaria dello Sri Lanka, la cannella è una spezia usata in profumeria in maniera trasversale: come nota esotica all’interno di creazioni che richiamano all’India o al Medio Oriente, oppure come ingrediente freddo accanto a pepe e zenzero.

Leggi anche: Uomo: 8 profumi con la cannella

Carbonato di magnesio: di origine minerale, è presente nei deodoranti ed è un ingrediente fondamentale soprattutto in quelli specifici per gli sportivi, perché ha la funzione di catturale l’umidità lasciando la pelle asciutta, ed evitando la comparsa di cattivi odori, o di aloni sugli indumenti. Ad accompagnare questa funzione, ci sono anche il sodio e il calcio.

Leggi anche: 10 deodoranti per gli sportivi

Cedro: considerato il primo agrume della storia, nella profumeria ne sono usati sia il suo frutto sia il legno. Il primo è ingrediente soprattutto dei profumi estivi, più leggeri, ed è presente soprattutto nelle note di testa; il secondo invece una nota più avvolgente e corposa, presente anche nelle fragranze invernali. Ne sono diffuse differenti tipologie, ma la più conosciuta proviene dalla Virginia dalla cui distallazione a vapore si ottiene un odore che evoca quello delle matite temperate e dei banchi di scuola.
Leggi anche: Tendenza: il cedro in 15 profumi

Cera (per baffi):è indispensabile per i nuovi look della stagione. I baffi in stile ungherese, ad esempio, necessitano di sostegno antigravitazionale. La formula comprende un mix di cera d'api e oli essenziali che danno nutrimento e tenuta. Le versioni più diffuse sono texture compatte (e in questo caso vanno scaldate sul palmo delle mani, per evitare grumi) o in tubetto, proprio come una crema.
Leggi anche: Baffi, taglio e stile ungherese, La barba - i cinque prodotti indispensabili, Tutte le varianti di barba e baffi

Cera (per capelli): Generalmente a base di resine sintetiche, la cera lascia il capello più morbido rispetto al gel, che li fissa indurendoli. Così, invece, la chioma è modellata a proprio piacimento durante tutta la giornata. È ideale per i tagli corti.
Leggi anche: Capelli da uomo i tagli dell'autunno

Cheratina: proteina dei capelli, costituisce una sorta di corazza che ne protegge il fusto. Subisce le aggressioni di agenti ambientali che, disgregandola, rovinano la struttura del capello.
Leggi anche: I problemi per la pelle in città: sole e inquinamento

Cloruro di alluminio: è un elemento chimico presente nei deodoranti antitraspiranti fondamentale perché evita di far traspirare la pelle lasciando anti-estetiche macchie sulla camicia.

Leggi anche: Cinque motivi per cambiare il deodorante

Collagene: proteina dell’epidermide, è la più importante del nostro organismo e dona compattezza e struttura alla pelle stessa. La sua azione però può essere minacciata non solo dal normale scorrere del tempo, come conseguenza le rughe, ma anche da fattori esterni quali lo smog e un’esposizione solare poco attenta.
Leggi anche: I problemi per la pelle in città: sole e inquinamento

College Contour: tipico degli anni Cinquanta e creato dai ragazzi dei licei e dei college americani come variante al più classico Executive Contour (amato invece dai padri), è un taglio corto caratterizzato da una sfumatura prettamente marcata e alta, fino alle tempie, che viene realizzata forzatamente, rasando i capelli sia con la forbice che con la macchinetta. Nella parte superiore, il capello resta leggermente più lungo rispetto a un taglio classico così come il ciuffo, più lungo rispetto all’Executive Contour.
Leggi anche: Il taglio College Contour, Gel sui capelli alle sfilate uomo di Milano 

Colonia: creata a Colonia nel XVIII grazie all’aiuto dell’italiano Giovanni Maria Farina, l’acqua di colonia è un concentrato di profumo al 4-6% risultando quindi molto leggera e fresca ma, anche di conseguenza, poco persistente. Le note che solitamente compongono l’acqua di Colonia sono leggere, come il bergamotto, il cedro, il pompelmo ma anche l’olio di lavanda, il neroli o il rosmarino.
Leggi anche: Tutto sull'acqua di ColoniaProfumi maschili per l'estate, Profumi maschili, i classici

Colonia Assoluta: innovativa versione della colonia classica creata dal duo del marchio parigino Atelier Cologne. Basata sui classici ingredienti di questo tipo di fragranza (note agrumate), questa nuova versione di colonia ha una marcia in più perché ha una concentrazione maggiore, attorno al 15%-20%.
Leggi anche: Le acque di colonia di tendenza

Conditioner: prodotto unisex per capelli da usare dopo lo shampoo per rafforzarne l’azione. Specifico per differenti esigenze è però molto consigliato per i capelli fini perché dona un maggiore volume alla chioma.
Leggi anche: Capelli fini: problemi e consigli

Comb: pettine dalla forma classica (due tipi di denti diversi, materiale plastica o corno) usato esclusivamente per stendere e uniformare gel o pomate sui capelli. Può avere dimensioni classiche oppure essere in formato pocket, da tasca, che si piega su se stesso.
Leggi anche: Come sistemare a casa barba e baffi

Copstash Standard: modello di baffo, nell’immaginario collettivo è quello sfoggiato dai poliziotti nei film americani. Ha una forma “piena” e ricopre interamente il labbro superiore.
Leggi anche: Tipi di baffi e i prodotti giusti e Gli attori e i baffi: tutti i modi di portarli

Creed: tra le più longeve case di profumeria artistica, Creed è stata fondata nel 1760 a Londra da James Henry Creed. Nel 1854 per volere dell’imperatrice Eugenia, moglie di Napoleone III, la sede venne spostata a Parigi dove si trova ancora oggi. Creatore di fragranze maschili e femminili, Creed ha realizzato profumi anche per membri di famiglie reali e per personaggi pubblici, negli anni Cinquanta creò la fragranza indossata da Grace Kelly nel giorno del suo matrimonio, e ancora oggi è scelto da Michelle Obama e Madonna. Ha attivo un servizio “su misura” ed è un’azienda famigliare il cui motto è “di padre in figlio”; oggi il mâitre parfumeur è Olivier Creed affiancato dal figlio Erwin.
Leggi anche: Profumi su misura – 5 indirizzi a Parigi

Crispy: termine usato per indicare la sensazione di “croccantezza” data da alcuni profumi grazie all’utilizzo di ingredienti che evocano questa sensazione. Quali? Estratto di rosa, pera e aldeidi.
Leggi anche: La tendenza dei profumi gourmand

D

Dark Spot: è il termine in inglese che indica le classiche macchie dell’età e quelle solari, solitamente presenti sulle mani e sul viso e che impediscono un colorito uniforme dell’epidermide. Per combatterle è bene scegliere delle creme specifiche adatte, indicate proprio con questa terminologia.
Leggi anche: Consigli per le creme contro le macchie

Detox: in italiano “disintossicare”, è un processo di pulizia dell’organismo attraverso una specifica dieta e tè e tisane che purificano l’organismo. Da fare dopo periodi particolarmente intensi, come le feste natalizie o le vacanze, è un concetto che può essere applicato anche all’epidermide quando la si vuole pulire in profondità liberandola da cellule morte & Co.
Leggi anche: Sei consigli per tornare in forma dopo Natale

Distillato di acqua di rose: ottenuto dalla distillazione del fiore della rosa, questo ingrediente è fondamentale nella cosmesi maschile e femminile perché ha molte proprietà lenitive, idratanti e anti-età. Presente nella classica acque di rose, è usata anche come ingrediente base nei cosmetici bio al posto dell’acqua.
Leggi anche: Le creme made in Italy del marchio Natibio

E

Eau de Toilette, eau de Parfum: due modi di intendere il profumo. L’eau de toilette è tra le due la più leggera e fresca, caratterizzata da una concentrazione che varia dal 6% al 11% mentre nell’eau de parfum la percentuale sale fino al 17% (oltre si parla di estratto). La tendenza ai giorni nostri è di non variare solo la concentrazione ma anche le materie prime, che nel primo caso restano più evanescenti, e più decise nel secondo.

Elicriso: pianta presente in tutto il Mediterraneo, in Italia la si trova soprattutto in Sardegna, ed è utilizzata sia come nota olfattiva che come ingrediente nello skincare. Questo fiore giallo ha proprietà che stimolano la riproduzione cellulare della pelle, proteggendola dai danni degli UV e da eventuali irritazioni.

Leggi anche: Crema anti-età e profumi: 8 prodotti con l’elicriso

Estratto di rosa: prezioso ingrediente della profumeria, si ottiene dai petali di due qualità differenti, quella damascena (viene dal Medio Oriente, con tanti petali piccoli) e la centifolia (di origine europea, sempre con petali piccoli). Si parla di “estratto” quando si procede all’estrazione (con solvente o anidride carbonica) per ottenere l’assoluta di rosa; si definisce invece essenza il risultato che si ottiene dalla distillazione in corrente di vapore.
Leggi anche: Profumi uomo, le fragranze strutturate 

Executive Contour: taglio maschile estremamente classico, ha la sua variante più moderna nel College Contour. Caratteristiche dell’Executive sono la riga laterale, la parte superiore dei capelli lunga (e girata su un lato) e una sfumatura ai lati e sulla nuca che può essere modulabile a seconda dei gusti di ognuno. Fondamentali sono inoltre la lunghezza, che non deve mai superare l’osso occipitale, e l’utilizzo di un prodotto, tipo brillantina, per mantenere la tenuta.
Leggi anche: Capelli uomo - il taglio classico Executive Contour

F

Famiglie Olfattive: create dalla Société Française des Parfumeurs, le famiglie olfattive sono categorie in cui vengono raggruppati i profumi in base alle note che lo compongono. Le famiglie olfattive sono 9, a cui si affiancano poi delle sottofamiglie: esperidata (gli agrumati), aromatica, fiorita-floreale, fougère, chypre, boisé (legnosi), ambrata (orientali), cuoiata (muschiati), gourmand.
Leggi anche: Profumi Uomo, le fragranze strutturate

Follicolite: infezione epidermica che coinvolge il follicolo pilifero causata da una rasatura particolarmente aggressiva che provoca prurito e rossore. Per evitare il problema è necessario detergere il viso accuratamente prima della rasatura, disinfettare la pelle e poi, a rasatura ultimata, applicare un dopobarba specifico.
Leggi anche: Come curare la pelle del viso

Forfora: inestetismo che può essere causato da stress, alimentazioni, fattori psicologici o cure farmacologiche che provocano desquamazioni del cuoio capelluto. Si combatte con l’utilizzo di sciampi specifici che contengono zolfo colloidale o acido salicilico.

Leggi anche: Problemi ai capelli dell’uomo: i consigli per risolverli

Full beard: è la classica barba folta, è stata resa popolare da alcune star di Hollywood come Ryan Gosling e Jake Gyllenhaal ed è anche quella maggiormente scelta dagli uomini europei, circa il 40%.
Leggi anche: Barba – gli stili d tendenza

G

Gender: dall’inglese “genere”, inteso come maschile o femminile, è un termine che si sta usando molto, soprattutto nella sua accezione di genderless, cioè unisex, in modo particolare nella profumeria dove ormai le creazioni non hanno più un genere maschile o femminile.
Leggi anche: Nuovi profumi da uomo: la tendenza genderless

Ginseng: millenaria radice orientale, il ginseng ha proprietà anti-infiammatorie ed è molto idratante per la pelle. Inoltre, come ingrediente di infusi ma anche di cocktail, è estremamente energizzante.
Leggi anche: Ginseng nei prodotti beauty da uomo

Gourmand: questa è una delle famiglie olfattive più di tendenza in questo momento. Nata nella seconda metà del ‘900 raggruppa profumi che si contraddistinguono per l’utilizzo di note che richiamano il mondo culinario, quali cioccolato, caramello, zucchero a velo, miele, caffè, liquirizia. Il primo profumo gourmand della storia è Mûre et Musc de L’Artisan Parfumeur, creato nel 1978. Un altro grande successo che ha fatto epoca è stato Angel di Thierry Mugler, che nei primissimi anni Novanta ha inserito note gourmand più decise.
Leggi anche: La tendenza dei profumi gourmand

H

Hangover: tecnicamente si riferisce ai postumi dell’ubriachezza, in pratica a tutte quelle situazioni di stanchezza causate da un periodo intenso, dalla ore piccole e d’estate anche dalla mancanza di sonno per colpa del caldo. Per questo esistono prodotti beauty, ma anche tè e tisane, che aiutano a superare questi momenti grazie a ingredienti naturali che energizzano e ridanno la giusta carica.
Leggi anche: I prodotti da uomo per il contorno occhi

Hot Stone Massage: si tratta di un massaggio molto amato dagli uomini perché decontratta la muscolatura, sciogliendo tensioni e distendendo il fisico. Lo si esegue alternando 54 pietre calde a 18 fredde su punti ben precisi della schiena. Ha origine tra i Nativi d’America e fa parte della filosofia New Age.

Leggi anche: Spa: 4 massaggi con le pietre calde per rilassarsi in città

I

INCI: è l’elenco degli ingredienti di un prodotto che vengono stilati in ordine decrescente di percentuale contenuta. Tra le avvertenze, quando si legge l’INCI si deve fare attenzione all’assenza di ingredienti che potrebbero essere dannosi per la pelle e di quelli nanometrici che penetrano troppo in profondità nell’epidermide e potrebbero causare tumori cutanei.
Leggi anche: Cinque consigli per scegliere i prodotti cosmetici

Integratori solari: generalmente in pastiglie, aiutano a stimolare la melanina così da aver attivato il processo una volta giunti in spiaggia. All’interno ingredienti come il rame, il carotene e le vitamine per mantenere un colorito duraturo ma anche ingredienti anti-ossidanti che proteggono la pelle dai danni solari.

http://icon.panorama.it/beauty/integratori-solari-le-sei-novita-di-stagione/

Irezumi: è il nome dei tradizionali tatuaggi giapponesi, eseguiti a mano secondo la tecnica tebori, una forma d’arte che ha origine tra il 300 a.C e il 300 d.C. e che utilizza come inchiostro il Nara.
Leggi anche: Tatuaggio giapponese: la storia

K

Karitè: ingrediente fondamentale soprattutto per i prodotti invernali, il burro di karitè è prodotto in Africa, il Burkina Faso ha una delle maggiori produzioni, ha una consistenza molto densa, ricca e oleosa e proprietà estremamente nutrienti, protettive e anche benefiche in quanto riduce dolori e indolenzimenti muscolari.
Leggi anche: Burro di Karitè, 12 prodotti da uomo

Konjac: è una spugna di origine sudcoreana, compatta e pratica e la sua particolarità è nella composizione naturale ricca di vitamine, proteine, ferro; esfolia naturalmente la pelle rigenerandola ed eliminando le impurità.
Leggi anche: Spugna di konjac, cos’è?

L

Lavanda: amata e apprezzata da tantissimi nasi, la lavanda è una pianta fondamentale non solo nella profumeria (famiglia olfattiva “aromatica”) ma anche nell’erboristeria grazie alle sue proprietà calmanti.
Leggi anche: Profumi maschili, i classici

Lily of the valley: non è altro che il mughetto, nella traduzione inglese. Sboccia nelle campagne d’Inghilterra durante maggio ed è simbolo di amore, tant’è che viene scelto da molte spose per i loro bouquet. Considerato una nota femminile, negli ultimi tempi ha però fatto emergere il suo lato più virile accanto al pepe nero, ai legni e al cuoio.
Leggi anche: Il mughetto tra profumeria maschile e d’ambiente

Longoza: originaria del Madagascar, la longoza è una pianta coltivata nella parte orientale dell’isola e all’interno della foresta pluviale. La sua caratteristica principale è che non muore mai per questo è un ingrediente che aiuta la rigenerazione cellulare della pelle.
Leggi anche: Quattro ingredienti beauty maschili dal Madagascar

M

Maison Francis Kurdjian: nata nel 2009, Maison Francis Kurkdjian è il marchio creato dal naso di origine armena Francis Kurkdjian. Considerato tra i migliori creatori di fragranze al mondo, a soli 26 anni realizzò Le Male, il primo maschile di Jean Paul Gaultier e considerato ormai un classico; più che un naso, Francis Kurkdjian si considera un artista autore anche di installazioni olfattive realizzate in luoghi suggestivi come Versailles – alcune vedono protagoniste bello di sapone profumate, il suo "marchio" artistico.
Leggi anche: Profumi su misura – 5 indirizzi a Parigi

Mat: l’effetto mat è il contrario della pelle grassa, ovvero una pelle opaca e non lucida, che si ottiene con una corretta routine quotidiana: dalla detersione all’esfoliazione. Fondamentale è quindi la scelta di ingredienti astringenti e seboregolatori, in grado di controllare la produzione eccessiva di sebo.

Leggi anche: I consigli per curare la pelle grassa dell'uomo

Messy bun: è uno chignon maschile all’altezza della nuca ma lasciato molto morbido, dall’effetto quasi spettinato. Negli uomini può essere anche portato insieme ad un undercut, ovvero un taglio con rasatura laterale della testa e capelli lunghi sopra.

Leggi anche: Uomo: Cinque consigli per raccogliere i capelli lunghi

Microfibra: di origine generalmente naturale, le microfibre sono usate nella ricerca tricologica. Spesso sono di cheratina così da andare a riempire gli eventuali diradamenti della chioma maschile.
Leggi anche: Capelli uomo, i prodotti anticaduta

Millesimato: preso in prestito dalla viticoltura dove indica i migliori champagne prodotti da un unico vitigno nel momento di massima qualità, questo termine viene usato nella profumeria, e in modo particolare dal marchio Creed, per indicare i profumi che contengono gli ingredienti più pregiati e che hanno una maggiore persistenza.
Leggi anche: I profumi da uomo migliori per iniziare il 2015

Moringa: è una pianta coltivata nella zona equatoriale della Terra i cui semi sono usati in cosmesi per aiutare a contrastare i danni causati dallo smog e dall’inquinamento sulla pelle.
Leggi anche: Estate: 10 prodotti uomo con frutta e piante tropicali

Mouillettes: sottile striscia di carta assorbente utilizzata nella profumeria per annusare, generalmente a 10cm dal naso, i profumi prima di provarli sulla pelle così da fare una “prima selezione” quando si sceglie il proprio profumo.
Leggi anche: Profumi su misura grazie a un algoritmo

N

Naso: nella profumeria, è così chiamato comunemente il creatore di profumi – mentre in maniera ufficiale si preferisce la definizione Maître Parfumeur. Il lavoro: tradurre in profumo l’ispirazione iniziale. Caratteristiche: avere una memoria olfattiva superiore alla media, mentre può lavorare in esclusiva per una maison oppure per diversi marchi contemporaneamente.
Leggi anche: Professione naso, chi è e come lavora

Nordic Berry: soprannominato anche “l’oro scandinavo” la Bacca Polare è un lampone proveniente dalla Nord della Scandinavia estremamente nutriente, ricco di antiossidanti, minerali e vitamine, per questo segreto di bellezza delle popolazioni locali. Un’altra caratteristica è l’incredibile resistenza alle temperature più basse, fino a -40°C.
Leggi anche: 13 creme da usare in montagna

Nota: nella profumeria, la nota è ciò che caratterizza la fragranza, le materie prime che danno l'odore. Può essere naturale o sintetica. Generalmente un profumo è formato da differenti note olfattive raggruppate in tre gruppi a seconda del loro grado di percezione: le prime sono le note di testa, solitamente più aeree, he vaporano in fretta, poi le note di cuore, più calde, infine quelle di fondo, le più persistenti e intense, che lasciano la scia. Queste tre "sezioni" olfattive, unite tra loro, formano la piramide di un profumo.
Leggi anche: Come nasce un profumo, Come scegliere un profumo in tre mosse

Note balsamiche: sono note olfattive il cui mix ricrea l’illusione di una passeggiata nel bosco e nel verde. Principalmente sono legni, muschi e licheni ma anche cedro, aghi di pino, resine e tutte le note olfattive verdi come l’edera, la selce, il pepe verde.

Leggi anche: 10 profumi uomo con le note balsamiche

Note biologiche: sono quelle di origine 100% naturale. Solitamente sono presenti in fragranze con una piramide olfattiva limitata per dare risalto a ogni singolo ingrediente, e provengono da territori e coltivazioni non intensive. Rispetto alle note sintetiche, sono molto meno stabili durante la lavorazione di una fragranza. Provengono da tutte le parti del mondo.
Leggi anche: Cinque nuovi profumi bio e naturali

Note cuoiate: un classico della profumeria maschile, richiama l’odore del cuoio, da cui prende il nome, che viene ricreato con l’essenza di betulla, usata per la concia delle pelli, e del ginepro. È una nota calda e avvolgente, molto virile ma che piace anche alle donne.
Leggi anche: 10 profumi da vero uomo

Note esperidate: famiglia olfattiva che indica i profumi con materie prime agrumate come lime e limone, bergamotto, pompelmo e mandarino, sono ingredienti usati tanto nei profumi maschili tanto in quelli femminili. Donano una nota fresca alla fragranza e spesso sono affiancati dalle note di tè oppure dai legni, come il cedro.
Leggi anche: Profumi estivi: novità per lei e Otto profumi a base di tè, materia prima di tendenza

Note floreali: Considerate finora un ingrediente tipicamente femminile, le note olfattive floreali stanno iniziando a caratterizzare anche i profumi maschili. Oltre alla rosa, le altre note sono l’ylang-ylang, il gelsomino e l’osmanto.

Leggi anche: Neroli, ylang-ylang e rosa: le tre note maschili

Note fougère: sono le note più virili e questo perché fin dall’Ottocento sono state usate in tutti i profumi da uomo, per questo piacciono molto alle donne perché le associano agli uomini della loro vita. Sono le note muschiate, di legni e la lavanda.
Leggi anche: I profumi da uomo usati dalle donne

Note fredde: si tratta di tutti quegli ingredienti che caratterizzano profumi invernali o che vogliono enfatizzare la sensazione di fresco, di pulito. Tra le note ci sono il tè, soprattutto nella varietà verde e oolang, il cardamomo, il pepe utilizzate entrambi per ricreare l’odore della pioggia, la menta, l’eliotropo e la polvere da sparo che rievoca l’aria rarefatta delle montagne.
Leggi anche: Nove profumi uomo per l’inverno

Note molecolari: sono create esclusivamente in laboratorio grazie all’unione di differenti molecole. La loro particolarità è che possono creare essenze spesso sconosciute, per questo sono presenti soprattutto in profumi molto particolari sia come ispirazione che come resa olfattiva.
Leggi anche: 10 profumi da uomo: tendenza spaziale

Note verdi: in profumeria sono quel tipo di note che vengono estratte dagli steli e dalle foglie; i profumi sono estremamente freschi e richiamano alla natura, agiardini e parchi.
Leggi anche: Il verde, colore di tendenza per i profumi estivi 

O

Occhiaia: difetto della microcircolazione perioculare, corrisponde a un alone scuro che si forma sotto la palpebra inferiore dovuto a una mancanza di adeguata idratazione.
Leggi anche: Tre consigli contro borse e occhiaie

Oil Free: termine tecnico che identifica tutti i prodotti cosmetici privi di quegli ingredienti che aumentano la lucidità cutanea, già abbondante in estate a causa del sudore. Comtengono lo zinco o l’acido salicilico che aiutano l’epidermide ad assorbire l’eccesso di sebo.
Leggi anche: I prodotti anti lucido per l’estate in città

Olio 1: con questa texture ci possono essere i pre-shave, ammorbidenti e lenitivi prima di ogni rasatura, oppure i balsami per la barba, che districano, profumano e hanno un risultato luminoso.
Leggi anche: La barba e la sua manutenzione, Rasatura - sette prodotti per il pre shave

Olio 2: Adatto anche alle pelli maschili, perché di facile assorbimento, l’olio è una texture da che può essere usata su viso e corpo, perfetta per chi ha una pelle secca e disidrata. Contiene ingredienti come la vitamina C ed E, dal potere antiossidante, ma anche filtri solari e anti-smog, ideali per riparare la pelle dai danni solari.

Leggi anche Oli per il viso dell’uomo: quando usarli e perché

Olio di argan: ingrediente naturale prodotto esclusivamente in Marocco e ricavato dai frutti dell’albero di Argania. Altamente nutriente, ha la capacità di ristrutturare i tessuti danneggiati dai fattori atmosferici ed è perfetto per tutto il corpo, viso e capelli compresi.

Leggi anche: Olio d'argan perché sceglierlo e dove si trova

Olio da barba: viene usato sia dagli sbarbati sia dai barbuti perché svolge la doppia funzione di preparare e ammorbidire la rasatura ma anche profumare e lucidare la barba. Fondamentali sono gli ingredienti, tra cui la camomilla, l’uva, e gli oli di argan e di jojoba.
Leggi anche: Le 9 novità da barba: gli oli

Onicofagia: è la mania di mangiarsi le unghie che, in alcuni casi, non è più un semplice brutto vizio ma una vera e propria patologia che ha bisogno dell’intervento dello psicologo. Nei casi meno gravi, comunque, esistono molti rimedi per tenere sotto controllo questo vizio come la manicure maschile stessa che permette di evitare angoli e sbeccature, i primi a essere “aggrediti” dalla bocca.
Leggi anche: Come smettere di mangiare le unghie

Organic Pharmacy: marchio inglese bio fondato da Margo Marrone, The Organic Pharmacy utilizza solo ingredienti di origine naturale, privi di conservanti e coloranti permettendo così la massima efficacia. La controprova è che alcune materie prime sono talmente pure da poter essere ingerite, sottolineando quindi l’alto livello di qualità dei prodotti.
Leggi anche: Donne di successo: la storia di Margo Marrone

Orris: nascosto spesso dietro la terminologia di “iris”, in realtà questa è solo una parte del fiore, quella più pregiata il cui valore supera di 3 volte quello dell’oro. Il suo olio è ricavato dall’essiccazione della radice e del rizoma dell’iris pallida e la qualità più pregiata proviene dalla campagna fiorentina.
Leggi anche: Orris: ingrediente nuovo in otto profumi da uomo

Oud: di origine orientale, l’oud è una pregiata resina prodotta dall’albero Agarwood quando viene attaccata da alcuni insetti. Ingrediente principe in molti profumi arabi, nei paesi mediorientali ha un valore che spesso supera quello dell’oro. L’odore è estremamente vellutato e penetrante, qualcuno lo definisce “animalico”, ricorda il cuoio ed è molto simile all’incenso, tant’è che veniva bruciato durante i momenti di preghiera. Da poco è entrato nella profumeriaoccidentali, in chiave più morbida.
Leggi anche: Profumi Orientali, le quattro essenze principali

Ozonati: famiglia olfattiva che individua i profumi dalle note marine, che contengono ingredienti come alghe o accordi oceanici così da ricreare in laboratorio l’odore del mare. Sono fragranze prettamente estive e svolgono un’azione rilassante perché richiamano subito le vacanze.
Leggi anche: Profumi dalle note marine, i 10 per lui

P

PAO: È la scadenza di un cosmetico che viene calcolata dal momento della sua apertura e indicata generalmente in mesi (6M, 12M o 18M). Superata questa data, il prodotto potrebbe non essere più efficace.
Leggi anche: Cinque consigli per scegliere i prodotti cosmetici

Patch: in tessuto, si applicano sulla zona interessata del viso. Imbibiti di prodotti, sono monouso e usati soprattutto per svolgere un’azione anti-occhiaie/borse sotto gli occhi oppure un’azione di pulizia profonda fatta sulla zona T del viso. Pratici perché sottili, quindi facilmente trasportabili ovunque, hanno però bisogno di un maggiore tempo di posa per agire.

Patchouli: è la nota olfattive maschile più conosciuta e maggiormente presente nella profumeria da uomo. Adattabile a tutte le stagioni, ha un sentore molto caldo e avvolgente. Si ricava dalla potatura dell’omonima pianta le cui foglie sono poi fatte essiccare e distillate. Lo si trova in profumi adatti a tutte le stagioni, dà il meglio di sé con la cannella, lo zenzero, il sandalo e la fava tonka.

Leggi anche: Il Patchouli in 11 profumi da uomo

Peeling: Pulizia molto profonda del viso i cui ingredienti fondamentali sono alcuni acidi, tra cui quelli della frutta ma anche l’acido glicolico, mandelico o lattico. Ognuno di questi agisce con una diversa intensità sulla pelle dell'uomo.

Peg: sigla di abbreviazione del polietilenglicole, emulsionanti presenti in alcuni prodotti cosmetici che possono causare eruzioni cutanee e rossori.
Leggi anche: La spa e l’albergo più ecologico dell’Austria

Pencil: baffi molto sottili, tanto da sembrare quasi disegnati a matita (da qui il nome); hanno un aspetto ironico e ricordano lo stile anni Quaranta e Cinquanta.
Leggi anche: Tipi di baffi e i prodotti giusti

Pennello da barba: particolare pennello usato per “montare”, in senso circolare, il sapone o la crema da barba. Solitamente di forma tonda, è composto da setole con la cima rotondeggiante, con una lunghezza che varia dai 6 agli 8 centimetri e possono essere in tasso, suino, cinghiale o cavallo. Prima del primo utilizzo, il pennello deve essere lasciato a bagno alcune ore così da ammorbidirsi. Può essere usato per anni e la sua manutenzione prevede solo il lavaggio delle setole con shampoo per capelli.
Leggi anche: Pennello da barba, come scegliere quello giusto

Pennello: non solo tra gli strumenti per una barba da gentleman ma anche come accessorio beauty estivo dalla doppia funzione. Alcuni permettono di stendere sul corpo un mix di polveri minerali che proteggono la pelle dal sole, altri invece sono una nuova versione senza alcol dei profumi; sempre in versione polverizzata, si possono applicare su tutto il corpo senza paura di eventuali irritazioni estive dovute al caldo.

http://icon.panorama.it/beauty/uomo-cinque-prodotti-di-bellezza-da-mettere-nello-zaino-destate

Pettine: In osso, fibre sintetiche e ultra tecnologiche o in legno, è indispensabile per dare ai capelli la forma rétro che è di moda in questo momento. A denti stretti, serve per fare la riga laterale e per stendere il gel in modo uniforme dalla fronte alla nuca. Per la manutenzione della barba, meglio a denti larghi: migliora la morbidezza e districa.
Leggi anche:  Capelli uomo, il taglio classico Executive Contour

Piramide olfattiva: è la struttura chimica di un profumo e viene rappresentata visivamente da una piramide vera e propria. Le note di testa sono al vertice della piramide stessa (evanescenti, svaniscono subito), dalle note di cuore e da quelle di fondo, che insieme creano la struttura del profumo e rimangono a lungo sulla pelle.
Leggi anche: Come scegliere il profumo in 3 mosse

Pomata: prodotto per capelli estremamente grasso e fissante nato negli anni Venti che donava l’effetto lucido alla chioma tipico dell’epoca. Tra le più conosciute Brylcreem, usata in quel periodo, sostituita poi negli anni Cinquanta da Black&White.
Leggi anche: Taglio Pompadour, Capelli uomo - cinque prodotti per lo styling

Pomp with a part: taglio classico degli anni Cinquanta, ha caratterizzato i capelli delle celebrities dell’epoca, primo fra tutti Elvis. Cuorioso è il nome: pomp è l’abbreviazione di Pompadour, la contessa francese amante di Luigi XV che era solita acconciare i suoi capelli cotonandoli verso l’alto mentre “a part” indica la riga laterale che caratterizza il taglio.
Leggi anche: Taglio Pompadour

Poseidonia oceanica: soprannominata anche Erba di Nettuno, quest’alga cresce principalmente nel mare delle Egadi, è presente in molte varietà e contiene tantissimi principi attivi che la rendono un ingrediente fondamentale. Tra le proprietà principali quelle antinfiammatorie, nutrienti e antiossidanti.

Leggi anche: Le creme naturali del marchio Maressentia

R

Rebound: sovrapproduzione di sebo che si verifica quando la pelle è sottoposta all’eccessiva azione di scrub e maschere e, per proteggersi, ne aumenta quindi la produzione.
Leggi anche: 10 errori da non fare sulla pelle dell’uomo

Retinolo: conosciuta anche come Vitamina A, il retinolo è fondamentale perché ritarda il processo di invecchiamento cutaneo, è ingrediente principale in balsami e shampoo ma è anche molto usato in trattamenti esfolianti per combattere l’acne.
Leggi anche: Le vitamine: nuovi ingredienti per le creme viso uomo

S

Sapone di Marsiglia: di origine italiana, nel XV° secolo la produzione si estese a Marsiglia da cui poi prese il nome. Caratteristica di questo sapone sono la sua alta idratazione e le proprietà antibatteriche che lo rendono ideale per una detersione quotidiana del viso e indicato anche per le pelli acneiche; inoltre può essere usato anche per l’abituale rasatura.
Leggi anche: Il sapone di Marsiglia, pratico per lavarsi

Scumbag Boogie: tipico taglio di capelli effettuato dalla coppia di barbieri Schorem di Rotterdam – un ciuffo alla Pompadour molto marcato con riga marcata e netta laterale
Leggi anche: Il taglio corto contemporaneo e Tutti i tagli di capelli corti

Scrub: Crema o gel composta da piccole sfere che, passata con movimenti circolari sull’epidermide, elimina le cellule morte e le impurità. È più superficiale rispetto al peeling ed è perfetto per chi non ha la pelle particolarmente sensibile. Solitamente si tende a usare lo stesso scrub per viso e corpo ma è consigliato differenziare vista la diversa composizione di derma.

Sfumatura: tecnica che prevede una leggera rasatura del capello dalla nuca verso il collo. Può essere più o meno marcata e, a secondo del risultato che si vuole ottenere, viene realizzata con le forbici (risultato più leggero e uniforme), oppure con la macchinetta per un segno più marcato e netto.
Leggi anche: Il taglio College Contour, Capelli uomo - il taglio classico Executive Contour

Short Boxed Beard: taglio di barba classico, abbraccia tutto il viso andando e mediamente è lungo due dita. La manutenzione è effettuata dal barbiere, rigorosamente con pettine e forbice.
Leggi anche: Rasatura con panni caldi

Skinhead: nato nella seconda metà degli anni Sessanta in Inghilterra, il movimento degli Skinhead era composto da i giovani che, per distinguersi dai padri, si tagliavano i capelli cortissimi, lunghi 3-6 mm, con la macchinetta marcando la riga così da dare struttura al taglio. Successivamente, col punk e il post-punk, i ragazzi se li raseranno completamente. L'accezione estremista è nata da qui, e si è sviluppata poi in altri ambiti, come quello del tifo calcistico inglese più estremo.
Leggi anche: Il taglio corto contemporaneo

Siero: Una texture leggera e adatta all’estate, si tratta di prodotti ricchi di minerali, principi attivi, vitamine e acido ialuronico che idratano e dissetano la pelle in profondità. A rapido assorbimento, non appesantiscono la pelle rinfrescandola grazie anche a ingredienti come lime, menta o limone. Si applicano al mattino, dopo la rasatura, o alla sera.

http://icon.panorama.it/beauty/siero-uomo-10-novita-per-lestate/

Slick Back: taglio di capelli maschile molto classico usato fin dagli anni Venti caratterizzato dalla parte superiore del capello che viene lasciata lunga e tirata indietro, mentre la sfumatura è ai lati e sulla nuca. La riga può essere centrale, come appunto negli anni ’20, oppure laterale.
Leggi anche: Capelli uomo – il taglio classico Slick Back

Spf: acronimo per Sun Protection Factor, indica il livello di protezione, attraverso un valore numerico, di una protezione solare contro i raggi UV.

Spray Salini: si tratta nelle ultime novità in campo hair styling e sono degli spray che donano alla chioma un aspetto vacanziero, vissuto, come dopo una giornata in spiaggia. All’interno si trova un mix di acqua e sale marino e di idratanti ottenuti dalle alghe, oltre a filtri anti-UV. Sono adatti a tutti i capelli e possono essere nebulizzati su chioma asciutta o bagnata.

http://icon.panorama.it/beauty/spray-salini-per-capelli-come-utilizzarli-al-meglio/

Stile Italiano: taglio di capelli, una variazione dell’Executive Contour, che ha caratterizzato gli anni Cinquanta. Partito dall’Italia, è stato subito scelto dagli attori dell’epoca, e veniva ricreato solo con l’uso di spazzola e phon senza brillantina e la riga leggermente di lato.
Leggi anche: Il libro su tutti i tagli capelli e barb

T

Tabacco: ingrediente molto diffuso nella profumeria maschile, questa nota è ottenuta dalla macerazione e la successiva distillazione delle foglie del tabacco. È presente soprattutto nelle fragranze autunnali e ha una resa molto raffinata e sofistica, spesso è abbinata a rhum, legni e spezie.
Leggi anche: Il tabacco in 10 profumi da uomo

Talassoterapia: a base di acqua marina che sfruttano le proprietà del mare per riequilibrare e purificare la pelle. Praticabile durante tutto l’anno, è composta da differenti trattamenti volti a esfoliare e rigenerare la pelle.
Leggi anche: Talassoterapia per l’uomo: 5 trattamenti antistress

Tasso argentato: è il pelo più pregiato per le setole del pennello da barba. Di origine animale e proveniente dal tasso, è così chiamato perché in controluce ha riflessi argentei e si ricava dai peli sotto il collo dell’animale, scelti uno a uno. Il vantaggio di setole naturali è una maggiore compatibilità con l’epidermide.
Leggi anche: Pennello da barba, come scegliere quello giusto

Tebori: è l’antica tecnica, tutt’ora usata, per la realizzazione dei tradizionali tatuaggi giapponesi. La particolarità è che vengono eseguiti a mano, senza l’aiuto delle apposite macchinette, e secondo tecniche molto complesse che vengono tramandate da maestro ad allievo.
Leggi anche: Tatuaggio giapponese: la storia

Tenax: Gel a tenuta extra forte molto in voga negli anni Ottanta, per gli styling più estremi e punk.
Leggi anche: Capelli uomo, il taglio classic Slick Back

Tonico: prodotto multitasking, si applica dopo la detersione del viso, e aiuta la pelle a risolvere alcuni piccoli problemi come l’acne o i pori dilatati.

Leggi anche: Tonici viso per l’uomo: cosa sono e a cosa

Topknot: acconciatura maschile, è una via di mezzo tra lo chignon e una mezza coda, ricorda quella degli antichi samurai ed è estremamente veloce da realizzare. Sembra essere l'ultima tendenza, sfoggiata da molti calciatori in campo ma anche da attori sul red carpet.
Leggi anche: Come legare i capelli lunghi

Treccia moicano: ha sostituito il classico codino, questo tipo di treccia è morbida ed irregolare ed è aderente alla testa a differenza di quella femminile. Leggi anche: Uomo: Cinque consigli per raccogliere i capelli lunghi

Trimmer: Rasoio elettrico che permette di tagliare barba, basette o capelli a una lunghezza preimpostata. Di solito, si può regolare da 1 a 20 millimetri, in base alle esigenze.
Leggi anche: Capelli uomo, il taglio classic slick back, La barba: i cinque prodotti indispensabili 

U

UVA-UVB: due tipologie differenti di raggi solari dai quali bisogna difendersi tanto al mare quanto in città e sia d’estate che d’inverno. I raggi UVA sono quelli più dannosi, causano un invecchiamento prematuro della pelle -macchie scure, rughe, secchezza – fino a effetti più dannosi come il cancro. Gli UVB, invece, sono concentrati soprattutto nelle ore centrali delle giornate estive e sono quelli che causano le classiche scottature ed eritemi al mare.

V

Vetiver: tra le noti maschili per eccellenza, il vetiver è una pianta erbacea da cui si ricava un olio usato nella profumeria. Fa parte della famiglia olfattiva legnosa ed è percepito come un sentore avvolgente, rassicurante ma anche pulito.
Leggi anche: Il profumo per un appuntamento di lavoro

Vitamina: materia prima attiva fondamentale in sieri anti-età, creme idratanti. Le iù conosciute e usate in cosmetica sono il Retinolo-Vitamina A, la Vitamina B5 che combatte la secchezza del cuoio capelluto e ripara i tessuti epidermici, la Vitamina C usata per combattere le macchie cutanee, e la Vitamina E, ingrediente di creme solari e fondamentale per prevenire i danni dei radicali liberi.
Leggi anche: Le vitamine, nuovi ingredienti per le creme viso uomo

Vitamina C: è un anti-ossidante, l’ingrediente più importante quando si parla di anti-age, perché protegge le cellule dai danni causati dai radicali liberi. Inoltre elimina velocemente i metalli dalla superficie cutanea e protegge dai danni del sole. Presente in sieri, creme anti-età e maschere, agisce spesso in coppia con le vitamine A e la E. Leggi anche: Vitamina C, 10 prodotti di bellezza per l’uomo

W

Water Resistant: è la caratteristica delle protezioni solari che sono, appunto, resistenti all’acqua ma anche al sudore. Non solo, ma quelle di ultima generazione potenziano la loro efficacia a contatto con i liquidi.
Leggi anche: Le otto creme solari per gli uomini che vanno al mare