Questo sito contribuisce alla audience di panorama

il fiore del narciso in sette profumi da uomo


Insolita presenza nelle fragranze maschili, questo fiore può avere un lato virile accanto a note agrumate e speziate

di Eleonora Gionchi

È una nota floreale, c’è poco da dire, nel senso che difficilmente è abbinata a ingredienti più maschili come tabacco e cuoio. Anzi, il narciso si circonda di rosa, mimosa, gelsomino, violetta e bacche, insomma veri e propri bouquet floreali spesso anche pensati per le donne. Perché sceglierlo allora?

Perché il narciso. Perché ha una profumazione raffinata (non è un caso se nei primi del Novecento fosse scelto dai dandy anche per adornare l’occhiello), inoltre è ideale per questi mesi perché rappresenta la primavera, il suo ottimismo e il suo risveglio, una sorta di fiore simbolo di questa stagione soprattutto in Inghilterra.

È veramente solo una nota floreale? Sì, senza alcun dubbio. I suoi sentori "esplodono" con gelsomino, rosa, violetta, glicine, giacinto e fiori d’arancio. In alternativa, l’ispirazione è un bosco e allora in questi casi le note olfattive tendono a essere molto più fresche e richiamano l’atmosfera ombreggiante tipica dei sottoboschi: si accompagna infatti anche a vetiver, zafferano e pompelmo.

Per chi, per quando. Essendo una nota veramente floreale, è adatta a nuovi dandy eccentrici. Da usare con moderazione, dal tramonto in poi o per un pic nic nel parco.