Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Estate: come curare i tatuaggi al sole


La giusta manutenzione dei tattoo prima, durante e dopo le vacanze

di Michele Mereu

I più esperti lo sapranno già, ma chi non ha mai fatto un tatuaggio se lo chiede sempre: come devo curare il mio tattoo sotto al sole? Ecco allora una mini guida che spiega come curare i tatuaggi prima, durante e dopo la propria vacanza al mare.
 
Prima
Volete tatuarvi? Valutate con attenzione se farlo proprio in questo momento. Una volta fatto un tatuaggio, infatti, è necessario non esporsi al sole almeno per un mese. Questo significa rimandare le vacanze programmate al mare, ma ricordate che anche in città il tatuaggio deve essere protetto, a seconda della sua collocazione, con indumenti in cotone: maglie a manica lunga o pantaloni lunghi. In più, bisogna evitare accuratamente piscina, mare, sauna, bagno turco e lavarsi nella zona tatuata.
 
Durante
L’abbronzatura non fa bene ai tatuaggi, i raggi uv tendono a perdere il colore, perdendo brillantezza. Per questo al mare è fondamentale proteggere la pelle  con una crema solare con spf 50+, da applicare più volte durante la giornata. Meglio quelli che mixano filtri chimici a schermi fisici, come ad esempio l’ossido di zinco, che tra l’altro calma la pelle, e riduce anche il rischio di allergie sotto al sole. Se invece il tatuaggio ha dimensioni limitate, potete optare per l’utilizzo di uno stick, più comodo rispetto alla crema, e ideale per l’applicazione mirata sulla parte tatuata.
 
Dopo
Se una volta tornati a casa sentite la pelle pizzicare e notate delle piccole irritazioni, vuol dire che non siete stati ligi nel proteggere il vostro tatuaggio dal sole, questo può accadere anche a un tatuaggio fatto dieci anni prima. In questo caso correte ai ripari coprendo la pelle, a seconda della zona, con una bandana o una maglia di cotone. Poi, ricordate di idratare sempre la pelle con un doposole nutriente, privo di conservanti, e ricco di ingredienti calmanti come calendula e gel di aloe vera. Via libera anche all’utilizzo di olii naturali, che rendono più luminoso e brillante il vostro tattoo.