Questo sito contribuisce alla audience di panorama

I consigli per curare al meglio la pelle dell’uomo


Problemi e soluzioni nella beauty routine maschile di tutti i giorni

di Michele Mereu

Prurito al cuoio capelluto dopo aver lavato i capelli, piccoli brufoli dopo la rasatura,  rossori al viso sono alcuni inconvenienti che si incontrano nella beauty routine di tutti i giorni. Noi di Icon ve li raccontiamo in quattro punti, con le relative soluzioni.

1) Prurito dopo aver lavato i capelli

Causa. Molto spesso si pensa che la sensazione di fastidio al cuoio capelluto, dopo la doccia, sia dovuta all’utilizzo di un acqua troppo dura ( molto calcarea). In realtà, è probabile che si stiano lavando i capelli troppo spesso, e che la pelle non abbia il tempo di riformare il suo film idrolipidico protettivo. Un’altra causa potrebbe essere l’utilizzo dello shampoo sbagliato: ad esempio, state utilizzando un detergente per capelli grassi e non avete i capelli grassi.

Soluzione. Verificate che lo shampoo che state utilizzando sia adatto alla vostra tipologia di capelli, non usate acqua troppo calda, ed per escludere qualsiasi causa, effettuate l’ultimo sciacquo con acqua minerale che, se non risolverà il problema, lascerà almeno i capelli più morbidi.

Leggi anche: Shampoo, come scegliere quello giusto da uomo

2) Brufoletti sul viso il giorno dopo la rasatura

Causa. Questo problema che colpisce gli uomini si chiama follicolite. È una lieve infezione intorno ai follicoli piliferi, con comparsa di piccoli brufoletti, che causano prurito, ma che nel giro di pochi giorni scompaiono. Le cause? Una lametta usata troppe volte, un pelo incarnito, o una rasatura fatta con troppa velocità.

Soluzione. Prendetevi il giusto tempo per radervi, e prima della rasatura effettuate scrub, per favorire l’uscita dei peli rimasti sotto pelle. Ricordatevi si sostituire sempre la lama del rasoio, o in alternativa, prima di sbarbarvi, disinfettatela sempre.

Leggi anche: Sette consigli per rasare la barba dell'uomo

3) Rossori in viso dopo la detersione

Causa. Se avete lavato il viso con l’acqua troppo calda è una cosa normale, il calore dilata i capillari e la faccia si colora. Lo stesso capita se avete l’abitudine di asciugare il viso strofinando con l’asciugamano. Inoltre, se il rossore è accompagnato da sensazione di "pelle che tira", vuol dire che il prodotto per detergere il viso che state utilizzando è eccessivamente aggressivo per la vostra tipologia di pelle.

Soluzione. Provate a cambiare detergente viso, usate acqua tiepida, e asciugate la pelle del viso tamponando con delicatezza. Non dimenticate mai di applicare una crema idratante a base di acqua termale.

Leggi anche: Cinque modi per prevenire e curare la cuperose

4) Occhi gonfi dopo una notte brava

Causa. Gli occhi gonfi sono il segno più evidente che contraddistingue il viso dopo una serata in cui si è fatto tardi, e dormito poche ore. Questa ritenzione idrica tende a manifestarsi soprattutto nella zona della palpebra inferiore. Tra le cause, oltre alla stanchezza, anche il consumo eccessivo di alcol.

Soluzione. La soluzione migliore è quella di procedere con degli impacchi. Potete mettere due cucchiai in freezer, e quando saranno freddi, applicarli sopra agli occhi. In alternativa, potete eseguire degli impacchi di camomilla fredda, a cui far seguire l’applicazione di un gel contorno occhi, da applicare con un leggero massaggio drenante.

Leggi anche: 19 prodotti per avere un sguardo riposato