Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Come preparare la pelle all’abbronzatura


Scrub corpo, creme idratanti, integratori solari e autoabbronzanti. Ecco i prodotti e i consigli migliori per ottenere un’abbronzatura che duri a lungo

di Eleonora Gionchi

Quasi tempo di vacanze e di abbronzatura: è bene quindi iniziare a giocare d’anticipo così da preparare la pelle al meglio. Per questo Icon ha stilato una mini guida, con quattro consigli pratici da tenere a mente e da mettere in pratica prima della partenza.

1. Esfoliare, per rinnovare la pelle
Che non vuol dire semplicemente detergere la pelle quotidianamente sotto la doccia, ma soprattutto pulirla in profondità così da eliminare le cellule morte superficiali. I prodotti da scegliere sono scrub dalla texture tendenzialmente granulosa e adatti soprattutto per il corpo, mentre per il viso è meglio sceglierli più delicati. Ideali in questo caso quelli ad azione enzimatica, che tramite l'azione chimica di alcune sostanze, come ad esepio gli acidi di frutta, sono in grado di rinnovare la pelle senza aggredirla.Dedicatevi allo scrub almeno un paio di giorni prima della vostra partenza, in modo che la pelle abbia il tempo di ricostruire le sue difese.

2. Idratare, per ritrovare luminosità
Per molti è un passaggio sottovalutato ma, almeno in questo periodo dell’anno, sarebbe bene non saltarlo, perché una pelle ben idratata permetterà all'abbronzatura futura di durare più a lungo. Per questo dopo ogni doccia, e soprattutto dopo aver usato lo scrub, stendete sulla pelle una formula idratante, scegliete quella che vi piace di più, in commercio c'è solo l'imbarazzo dell scelta: creme, gel, mousse, oli nutrienti. Texture perfette che aiutano a riequilibrare l’apporto idrolipidico della pelle garantendole un aspetto più luminoso, e un tocco morbido al tatto.

Leggi anche: Uomo: 6 oli per idratare la pelle d'estate

3. Assumere integratori, per rafforzare le difese sotto il sole
Tendenzialmente in compresse, ma anche in gocce, si prendono qualche settimana prima della partenza, il loro scopo è quello di attivare la melanina ancor prima di trovarsi in spiaggia. All’interno sono contenuti ingredienti che velocizzano l'abbronzatura, ma allo stesso tempo rinforzano le difese della pelle al sole, aiutando a contrastare i radicali liberi, molecole create dal sole che causano invecchiamento precoce. Quali sono questi ingredienti miracolosi? Vitamine come ad esempio la C, E, minerali come il selenio, ma anche betacarotene, licopene che stimolano la formazione di un colorito sano.

Leggi anche: Gli integratori per l'uomo che va al mare

4. Autoabbronzanti e docce solari, per stimolare la melanina
Tendenzialmente le lampade autoabbronzanti sono la scelta più diffusa per chi non vuole presentarsi in spiaggia troppo pallido. Attenzione però perché i raggi uv emessi dalle lampade sono di tipo A, ovvero quelli che arrivano negli strati più profondi della pelle e che danneggiano il collagene, causando rughe e disidratazione della pelle. Sarebbe meglio quindi evitarle, ma, se proprio non riuscite a farne ameno, ricordate di utilizzare una protezione solare molto alta e di non stare troppo vicini alla lampada. Una soluzione alternativa ai raggi artificiali, e sicuramente più sana, potrebbe essere quella di scegliere delle formule autoabbronzanti che danno alla pelle un colorito dorato, senza  pericoli per la sua salute.

Leggi anche: Solari Uomo: le novita per l'estate 2017