Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Come curare la pelle durante il viaggio in aereo


I consigli perchè la pelle dell’uomo non si disidrati in volo

di Michele Mereu

Il viaggio in aereo è sicuramente una delle prove più estreme alle quali si possa sottopoorre la pelle dell'uomo. Infatti la mancanza di umidità nella cabina di volo e l'aria condizionata, che rende l'aria molto secca, tendono a disidratare l'iepidermide rendendola opaca. Di seguito i consigli da seguire per "salvare" la pelle prima, durante e dopo il volo.

Prima dell'imbarco. Nei giorni precedenti al viaggio preparata la pelle idratandola con creme a base di oli e burri vegetali. Ricordare prima di salire sull'aereo di creare un piccolo beauty case nel quale inserire delle "travel size" di acqua termale, crema idratante sia per il viso che per le mani, uno stick per le labbra e una crema contorno occhi. Tutti questi prodotti saranno utili per la cura della pelle durante le ore di crociera.

Durante il volo. Durante le ore trascorse in aereo è necessario bere almeno un bicchiere di acqua per ogni ora di viaggio. Tenere a portata di mano il beauty case è fondamentale: spruzzate regolarmente l'acqua termale sul viso, asciugatela con una salvietta e applicate una crema idratante e un crema per il contorno occhi. Non dimenticatevi di idratare tutte le parti scoperte del corpo e quindi oltre al viso anche le labbra, le mani, il collo e le braccia.

Dopo il volo. Una volta arrivati a destinazione è meglio fare una doccia con detergenti restitutivi a base di oli idratanti di origine vegetale e applicare una crema su tutto il corpo. Sul viso stendete una maschera super idratante, magari a base di acido ialuronico o collagene. Nei giorni successivi all'atterraggio è consigliato assumere degli integratori a base di vitamina E e olio di Borraggine, per contrastare la secchezza e ricostituire il film barriera della pelle.

Leggi anche I prodotti beauty da viaggio per vedere i prodotti mini taglia più cool