Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Capelli uomo: i tagli di tendenza per la primavera-estate 2017


Una grande barbieria, Bullfrog a Milano, racconta i tagli di tendenza per la prossima stagione, come replicarli e gestirli a casa.

di Michele Mereu

Quali saranno i tagli di capelli maschili più di tendenza per la prossima stagione? Lo abbiamo chiesto alla barbieria Bullfrog, la più famosa in Italia, che ci ha raccontato i cinque stili che andranno per la maggiore questa primavera-estate. Eccoli.

Slick Back Pomp Natural

Dal barbiere. “Variazione lunga del classico Slick Pompadour, in una versione più classica i capelli vengono portatati indietro in modo morbido e leggermente spostato lateralmente nella parte alta. Taglio ribelle tipico degli anni della contestazione. La maestria del barbiere sta nel strutturare la forma solo con l’uso sapiente delle forbici, esaltando la bellezza della capigliatura”.

A casa. “Il taglio viene gestito solo con l’uso di phon, spazzola e con un pizzico di pasta modellante effetto naturale”.

Executive Skin Fade

Dal barbiere. “La peculiarità del taglio è nel tipo di sfumatura: viene tracciata a lama fino a due dita sopra l’attaccatura dell’orecchio lungo l’osso occipitale. Da questo punto parte una sfumatura che da zero termina a 3mm di spessore. La parte superiore dei capelli viene portata di lato o tutta pettinata indietro. Popolarmente era chiamato anche «taglio all’isola», in quanto il nido di lunghi capelli sul cranio rasato faceva somigliare una terra emersa dal mare”.

A casa. “Il taglio viene gestito con la brillantina extra lucida. Popolarmente era chiamato anche «taglio all’isola», in quanto il nido di lunghi capelli sul cranio rasato faceva somigliare una terra emersa dal mare”.

Slick Pompadour

Dal barbiere. "Nella parte frontale e superiore del taglio i capelli hanno una lunghezza medio-lunga, per poter realizzare un ciuffo molto gonfio, che cada morbido nella parte posteriore. Anche ai lati i capelli sono portati all’indietro. Può capitare che nella parte posteriore della testa i capelli formino un Duck’s Ass molto corto, pettinatura inventata nel 1940 dal barbiere di Philadelphia Joe Cirello, che modellava la nuca come se fosse il posteriore di un’anatra”.

A casa. “Per bloccare l’acconciatura si possono utilizzare la pasta strutturante effetto opaco per un look più opaco oppure la brillantina super-fissante per un look più lucido”.

Extecutive Contour

Dal barbiere. “Executive Contour, con una forte visione della riga laterale. La parte superiore dei capelli viene lasciata lunga, girata su un lato, mentre spesso i lati e la nuca vengono sfumati in modo tradizionale. Le lunghezze sono maggiori nei laterali e la parte superiore dei capelli deveseguire la forma della testa senza creare volume”.

A casa. “I pubblicitari delle agenzie americane degli anni 50 sono stati dei grandi testimonial di questo modello maschile e  nessuno di loro usciva di casa senza un pettine da tenere in tasca per rimodellare costantemente l’acconciatura”.

Bald Fade

Dal barbiere. “Il Bald Fade è un taglio estremamente in voga nel mondo Urban/Streetwear. Negli anni ottanta è stato un taglio molto in voga fra la Black Culture. I capelli sono regolati a macchinetta con una lunghezza variabile da 0 a 5 mm. Nel caso di una lunghezza di 4/5mm si può forzare la riga laterale a rasoio per conferire maggiore forma la taglio. Per il collo la regola rigida è la sfumatura a zero, l’attaccatura può essere lasciata naturale oppure sagomata a macchinetta”.

A casa. “Questo taglio non necessita di nessuno styling, ma solo di visite più assidue dal barbiere per mantenere bene la forma”