Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Capelli: lo stile di David Beckham


Dalla cresta alla chioma ossigenata, gli hair look del calciatore che ha da poco spento 40 candeline

di Eleonora Gionchi

Il suo look ora a 40 anni appena compiuti? Barba di qualche giorno e capelli con leggerissima sfumatura, riga laterale e ciuffo portato indietro. Calciatore certo, tanto da essere stato inserito da Pelé nella Fifa 100 come uno dei giocatori più forti di sempre, David Beckham è però anche un Re Mida del beauty: ogni suo taglio di capelli viene costantemente monitorato diventando subito virale. Ecco i momenti più importanti.

Primi anni 2000Ha fatto scuola la cresta di Beckham: copiata dai più ma mai eguagliata, nel 2002 il calciatore inglese la sfoggiò in campo. Il punto di forza era la naturalezza: lateralmente i capelli erano più corti e l’effetto era volutamente leggermente disordinato con un risultato molto naturale e facilmente imitabile.
Da qui, una serie di cambiamenti: il primo, alquanto drastico, è nel 2004 quando David Beckham sfoggia un taglio cortissimo, praticamente rasato, il secondo l’anno seguente quando la chioma ritorna a essere lunga, quasi fino alle spalle, e il castano naturale lascia il posto a delle meches bionde.

Verso il 2010. Prima ossigenato, poi rasato, infine stile anni Cinquanta con marcata riga laterale e ciuffo ingellato effetto lucido sfoggiato nella campagna underwear di Emporio Armani dove il calciatore posa accanto alla moglie durante il loro periodo di residenza a Milano. Abbandonati quindi meches e colpi di sole, alle nozze dei Duchi di Cambridge, Beckham si presenta completamente sbarbato, riga laterale e capelli più corti lateralmente con ciuffo impomatato indietro; un look questo che poi sfoggerà anche l’anno successivo alle Olimpiadi di Londra.

Oggi. Dal 2012 a oggi i cambiamenti non sono poi molti: il taglio è sempre lo stesso con la variante di un cambiamento delle lunghezze laterali per un effetto ordinato ma molto naturale mentre la barba, leggermente sale e pepe, è di qualche giorno.