Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Capelli lunghi nell’uomo: come curarli


Quattro consigli di un esperto per curare i capelli lunghi: dal lavaggio allo styling

di Michele Mereu

Bello sfoggiare un look trasgressivo e ribelle, con una chioma lunga e fluente. I capelli lunghi, a differenza di quelli corti, necessitano di più attenzioni, perché non si rovinino. Ecco quindi i consigli di un hair stylist, per prendersene cura, evitando gli errori più comuni, tra lavaggio e styling.

Shampoo – istruzioni per l’uso. Una delle fasi più delicate nella cura dei capelli, è la scelta dello shampoo, perché uno solo non basta: “Il segreto è quello di alternarne durante la settimana, due tipi diversi: uno per curare la cute e uno per ammorbidire e idratare i capelli”, spiega Marco Rizzi, hairstylist del salone Namu Hair, a Milano. No agli shampoo troppo economici: contengo tensioattivi aggressivi, che possono irritare la cute e seccare i capelli.
Che siate a casa, in palestra o in piscina poi, è importante avere cura nella distribuzione dello shampoo, in modo da lavare i capelli in maniera omogenea, evitando gli sprechi. “Cercate di non concentrare lo shampoo in una zona specifica del cuoio cappelluto, nuca o fronte. Meglio spalmarlo nelle mani per poi andarlo a distribuire sulle lunghezze”, aggiunge l’esperto.
Anche l’acqua ha la sua importanza: un grado di durezza troppo alto può intaccare la fibra capillare. Per questo, se non avete un addolcitore, il consiglio è di effettuare l’ultimo sciacquo con dell’acqua in bottiglia, per eliminare i residui di calcare, e rendere i capelli più soffici. Sempre parlando di acqua, è importante anche la temperatura: "Lavarli con acqua calda è importante, perché apre le squame del capello, permettendo alle sostanze nutrienti contenute nello shampoo, di penetrare all’interno. Ricordate poi di effettuare l’ultimo sciacquo con acqua fredda per sigillare infine il capello, e renderlo più lucido", spiega Rizzi.

Usare il balsamo. Anche se siete di fretta, il balsamo deve essere un must, irrinunciabile. Serve per ricostituire il film idratante naturale del capello, che durante lo shampoo viene lavato via insieme allo sporco. L’esperto spiega: “Se non avete esagerato con la dose, potete lasciarlo sui capelli e procedere con la asciugatura, in questo modo continuerà ad idratare i capelli, facilitando il successivo styling”.

Asciugarli meglio. La prima regola dell’asciugatura è quella di tamponare bene i capelli con una salvietta in modo da usare il meno possibile l’asciugacapelli: "Il phone va tenuto ad una distanza di almeno 20 cm dal capello, eviterete così di aprirne le squame, andando ad intaccarne la struttura profonda, creando danni permanenti", spiega ancora Rizzi. In questi caso anche il diffusore è un ottimo alleato, che permette di asciugare la chioma limitando i danni. Importante anche la manutenzione del phone, il cui fondo deve essere periodicamente liberato dalla polvere, in modo da evitare surriscaldamenti eccessivi del motore, che potrebbero essere causa di un getto d’aria troppo caldo, dannoso persino per il capelli.

Styling intelligente. Anche la scelta dei prodotti per lo styling deve essere accurata: "Evitate i gel con una tenuta troppo forte, il capello troppo rigido tende a fratturarsi facilmente, rovinandosi", conclude l’hairstylist. Per questo motivo preferite delle texture in crema che curino il capello, lasciandolo morbido. Esistono in commercio prodotti per lo styling ricchi di vitamine, oli naturali, e cellule staminali vegetali, in grado di dare forma e nutrimento. In più ricordate che il balsamo o la maschera idratante possono essere usati come sostitutivo del gel sia sui capelli asciutti, che su quelli bagnati.