Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Capelli e barba alla Mostra del Cinema di Venezia


Gli attori sul red carpet di Venezia sfoggiano look diversi, tra stile classico ed elegante e dettagli undergroud

di Eleonora Gionchi

Bellezze da red carpet declinate al maschile: immacolati e sbarbati o con barba perfetta, pettinati o con chioma sapientemente spettinata a regola d’arte. Gli attori che sfileranno da domani sul red carpet della 72esima Mostra del Cinema di Venezia puntano tutto sul fascino. E tra loro i più attesi sono Jake Gyllenhaal, Johnny Depp, Vincent Cassel e Benedict Cumberbatch che incarnano quattro stili differenti.

Jake Gyllenhaal, il bravo ragazzo. La sua ultima volta veneziana risale al 2005 quando, accanto a Heath Ledger, portò in Laguna I segreti di Brokeback Mountain: faccia da bravo ragazzo, all’epoca aveva la barba di qualche giorno e i capelli leggermente spettinati per un look facile e trasversale. Molto diverso da quello sfoggiato 10 anni dopo a Cannes lo scorso maggio, con lunga barba perfettamente curata e chioma fissata indietro con abbondante gel. Alla prima serata di Festival è arrivato barbuto ma perfetto.

Johnny Depp, il camaleonte. Ha calcato il red carpet veneziano diverse volte e in ogni occasione ha scelto sempre panni differenti: l’attore più camaleontico di Hollywood anche quest’anno è atteso al Lido e molti scommettono sul look che sfoggerà. Capelli schiariti a sfiorare le spalle e cappello come nel 2003 oppure perfettamente sbarbato come nel 2004 o ancora con baffi e chioma sapientemente spettinata come nel 2007? Non resta che attendere di vederlo sia sul red carpet che nello spot del nuovo profumo Sauvage di Dior.

Benedict Cumberbatch, il classico che non tramonta mai. Capelli con riga laterale e ciuffo modellato da una cera per un risultato molto più naturale mentre non c’è traccia di barba o baffi. Niente colpi di testa e tanta normalità quindi per l’attore inglese alla sua prima sul tappeto rosso veneziano nel 2011 per un fascino tutto inglese.

Vincent Cassel, profilo greco. L’attore francese non è famoso per i suoi colpi di testa, anzi: tra il 2010 e il 2011, anno della sua ultima partecipazione, poco è cambiato se non un dettaglio. La brizzolatura che ha iniziato a intravedersi sulle tempie e soprattutto sulla barba di qualche giorno: portata orgogliosamente dall’attore, ne ha aumentato il fascino.