Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Blu, il colore preferito per i profumi estivi


Voglia di evasione tra i nasi che scelgono packaging e note ispirate alle tonalità del blu

di Eleonora Gionchi

C’è il blu notte e quello elettrico, i più artistici blu Klein e Majorelle, l’ancestrale cobalto e lo sportivo blu jeans: tante tonalità per un unico colore sinonimo di tranquillità e che è spesso associato all’estate e alle immagini tipiche di questo periodo. Un colore di tendenza dunque, proprio come il verde, anche per i profumi.

Sensazioni contrastanti: mare e ghiacciai. La distesa blu del Mar Mediterraneo e le fredde lande dell’Islanda e della Groenlandia, ma anche le giornate grigie quando la pioggia estiva è vista come sollievo dopo i giorni di calura: le sensazioni che evoca questo colore sono contrastanti e riportano tutte alla percezione di freschezza e di sollievo. Facile pensare alle note ozoniche e marine quando si pensa al mare e al blu, in realtà però i nasi sono andati oltre: ingredienti come la prugna, la violetta, l’incenso e il narciso blu, l’iris non solo richiamano questo colore ma soprattutto aiutano a creare quelle sensazioni di sollievo e freschezza che esso richiama.

Immersi nel blu. Dal packaging alle fragranze, si è quindi totalmente circondati dal blu e gli effetti, benefici, non tarderanno ad arrivare. Questo colore infatti non solo agisce sul cervello stimolando il pensiero ma trasmette anche calma e quiete: per la medicina cinese è un colore yin e simboleggia l’immortalità, è collegato al quinto chakra, cioè quello della gola, e favorisce la meditazione. Se si entra in una stanza blu i battiti cardiaci diminuiranno, gli oggetti appariranno più piccoli e leggeri e si sarà più sensibili al freddo.