Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Best of barba: gli stili che hanno segnato il 2017


Abbiamo chiesto alla barbieria Bullfrog di Milano quali sono state le tendenze barba nel 2017. Risultato? Quattro stili diversi e quattro modi per prendersene cura

di Michele Mereu

Il 2017 sta ormai per concludersi, così, noi di Icon abbiamo deciso di tirare le somme e fare un bilancio di quelli che sono stati gli stili più di successo nell’ultimo anno in fatto di barba. Per farlo, abbiamo chiesto consiglio al team della barberia milanese Bullfrog che, in più, ci ha fornito dritte ed errori da evitare per la manutenzione di ciascuno stile.

Barba Lunga
Uno degli stili che sicuramente hanno caratterizzato il 2017 è stato quello della barba lunga. “Pere la precisione la “boxed beard”, una forma squadrata che segue la linea della mascella e dona un aspetto deciso e ordinato. La lunghezza non supera i 2/3 centimetri, da tenere sotto controllo che peli più lunghi del normale rischino di interrompere l’aspetto regolare e pulito di questo look”, spiega il team di Bullfrog.

Strumenti e tecniche indispensabili: una spazzola e un paio di forbici da barba, per disciplinare i peli al mattino, un balsamo nutriente, per ammorbidirla e profumarla.

Errori da evitare: evitare di radersi dal collo fino alla linea della mascella, lasciando più lunga solo la parte frontale della barba; anche su uomini senza problemi di peso, questa abitudine farà apparire un falso doppio mento.

Barba corta
“Anche la barba corta- effetto “rasatura di tre giorni”, è stato uno stile molto apprezzato nell’ultimo anno, sia dai più giovani, che dai più maturi. Perché? Si tratta di uno stile sempre vincente, facile da ottenere e che dona più o meno a tutti”, dicono gli esperti di Bullfrog.

Strumenti e tecniche indispensabili: un trimmer per uniformare la lunghezza a due-tre millimetri su tutto il viso, eccetto le basette (da lasciare lunghe). Importante, inoltre, curare i contorni della barba, lungo il collo e sotto gli zigomi, pulendo queste zone da eventuali peli ribelli utilizzando il trimmer, a lunghezza zero, o un classico rasoio.

Errori da evitare: dimenticare di applicare quotidianamente una crema idratante. Questo stile di barba tende a pungere maggiormente la plle. Inoltre, il continuo passaggio del trimmer, può irritarla maggiormente.

Rasato
“Se una barba lunga è ormai un trend affermato e costante da diversi anni, il 2017 ha visto riemergere il look “bravo ragazzo” con il viso completamente rasato e liscio. Un look sul quale puntare soprattutto se si vuole sembrare più giovani”, raccontano gli esperti.

Strumenti, prodotti e tecniche indispensabili: un trimmer, per accorciare la barba, ed evitare così di passare troppe volte la lama sul viso, risparmiando tempo e irritazioni. Fondamentale poi preparare correttamente la pelle e la barba, prima con una doccia calda e poi applicando un olio pre-rasatura, che facilita lo scorrimento del rasoio e riduce il rischio di piccoli incidenti. Importante anche applicare la crema da rasatura con il pennello: non è solo un vezzo elegante, ma è anche un passaggio utile a sollevare il pelo e renderlo quindi pronto al passaggio della lama, che deve essere deciso ma calmo, senza fretta e senza strappare, fatto risciacquando frequentemente il rasoio. Terminata la rasatura, un idratante emolliente è fondamentale.

Errori da evitare: l’importante in questi casi è non cadere nell’errore, sempre troppo frequente, di considerare la rasatura come una gara contro il tempo: radersi correttamente richiede calma e concentrazione.

Baffi
“Archiviata la fase “eccentrica” degli anni passati nel 2017 i baffi sono stati protagonisti di look apparentemente casual e sottilmente sexy. Non pensate quindi allo stile “Salvador Dalì” con il baffo arricciato, ormai è un cliché, non più molto attuale. Questo stile di baffo può essere abbinato con un viso completamente rasato, ma il vero trucco è associarlo ad una leggera barba di pochi millimetri per un aspetto decisamente virile”, aggiungono i barbieri di Bullfrog.

Strumenti, prodotti e tecniche indispensabili: un paio di forbici specifiche per regolare la lunghezza dei baffi, e della cera per definire lo stile.

Errori da evitare: La tendenza del momento è un baffo dall’aspetto naturale, non più lungo di 1,5cm, leggermente separato al centro delle labbra. Evitate di superare questa lunghezza, o di lasciare i baffi in disordine, anch'essi devono essre spazzolati e nutriti con oli specifici.