Questo sito contribuisce alla audience di panorama

Alimentazione: 8 consigli per perdere peso e restare in forma


I consigli di una grande nutrizionista per curare l’alimentazione e restare in forma

di Michele Mereu

Le diete drastiche non funzionano più e spesso sono poco adattabili alla vita lavorativa di tutti i giorni. Per questo abbiamo chiesto a Sara Farnetti, medico di Fisiopatologia del Metabolismo e della Nutrizione, otto consigli per perdere peso  gradualmente e rimanere in forma. Eccoli.

Sì a cibi sani, ma niente digiuni. Per restare in forma, non occorre ricorrere a diete troppo drastiche, che riducono la velocità del metabolismo, ma riempire la dispensa di cibi giusti, leggeri e sani: verdure fresche, yogurt, frutta secca.

Stop ai grassi e zuccheri junk. Eliminate tutti quegli alimenti ricchi di grassi vegetali ignoti. Per questo bisognerebbe evitare di mangiare i cibi fritti fuori casa o troppo conditi, o anche cibi  ricchi di zuccheri semplici ( saccarosio, glucosio , ndr).

Pochi carboidrati. La strategia giusta da adottare? Mangiare un carboidrato e non di più a pasto. Così fate riposare il pancreas e aiutate l'organismo a ridurre il meccanismo della fame.

Occhio le porzioni. Per ogni pasto scegliete dosi contenute sotto i 100 gr. per quanto riguarda i carboidrati e le proteine, mentre fino a 200 gr. per quanto riguarda la frutta e la verdura.

Condire solo con olio extra vergine d’oliva. È ricco di antiossidanti che aiutano il nostro corpo a eliminare le scorie. Da evitare invece altri tipi di oli vegetali o animali, come il burro. Attenzione però: anche se non li utilizzate direttamente come condimenti, sono contenuti nei prodotti da forno confezionati che si consumano a tavola. 

Carciofo e cannella detox. Fate bollire una foglia di carciofo non trattato con dell’acqua. Il risultato? Una bella tisana dopo pasto disintossicante che aiuta a gestire meglio il metabolismo. Alla sera per un ottimo effetto digestivo, prima di andare a dormire, preparate una tisana alla cannella con aggiunta di scorza di limone. Ha un effetto digestivo e aiuta il fegato.

Snack furbi. È importante concedersi solo spuntini a base di cibi amici che riducono il senso della fame. Qualche esempio? Frutta secca, come ad esempio le mandorle, cioccolato amaro all’85% , se si preferisce il salato invece si possono scegliere olive, pinzimonio o sedano.

Attività fisica. Deve essere poca, ma quella giusta: per attivare il metabolismo attraverso il movimento e favorire l’eliminazione delle tossine, è importante scegliere un’attività fisica ad alta intensità. Sono sufficienti 20-30 minuti due volte a settimana per dare una scossa e far ripartire con più sprint il metabolismo.

Leggi anche: Quattro palestre da provare in giro per Milano