Questo sito contribuisce alla audience di panorama

7 maschere viso per curare la pelle dell’uomo d’inverno


Le maschere per idratare e lenire la pelle maschile quando le temperature vanno sotto zero

di Michele Mereu

Con l’arrivo delle temperature basse la pelle del viso necessita di trattamenti mirati per rafforzare la sua capacità di resistere al freddo. A questo scopo è importante utilizzare prodotti cosmetici come sieri, e creme ad hoc, che aiutino la pelle ad affrontare gli sbalzi caldo-freddo, ma soprattutto maschere mirate, ideali per ricostituirne il film idrolipidico, ovvero lo schermo che naturalmente la protegge. Ecco quindi una mini guida: quali scegliere, cosa devono contenere, e quando vanno usate.

Quali scegliere. Esistono diversi tipi di maschere per nutrire e idratare la pelle del viso in questo periodo dell’anno: quelle in tessuto e quelle in crema. Quelle in tessuto sono perfette per gli uomini che vanno di fretta, si aprono e si applicano direttamente sul viso. Quelle in crema o gel, invece, hanno bisogno di un po’ più di pazienza e vanno stese accuratamente con le dita, o con l’aiuto di un piccolo pennello studiato appositamente per questo scopo. Il bello di queste maschere è che non vanno sciacquate, quindi non hanno un tempo specifico di posa: se applicate di notte si possono lasciare agire anche per tutta la durata del sonno.

Leggi anche: Le maschere in tessuto per le star

Gli ingredienti. Le maschere “antigelo” solitamente contengono acido ialuronico, per idratare e aiutare la pelle a trattenere le sue riserve d’acqua, e lipidi, come omega 3 e omega 6 contenuti all’interno dell’olio di semi di lino e di canapa, che nutrono la pelle e la aiutano a rinforzare e a mantenenre alte le sue difese contro l’attacco degli agenti atmosferici esterni.

Quando usarle. Principalmente quando si sente l’effetto “pelle che tira”, campanello d’allarme che segnala la mancanza di idratazione. Possono essere utilizzate al mattino, come base per affrontare il freddo esterno, prima di applicare la crema giorno, oppure alla sera, per dare sollievo alla pelle dopo una giornata passata all’aperto con temperature basse.