Questo sito contribuisce alla audience di panorama

11 creme anti-età da usare dopo i 40 anni


Le nuove creme viso da uomo sono in gel, idratanti e hanno ingredienti che combattono le rughe

di Eleonora Gionchi

40 anni è il momento giusto per scegliere il proprio anti-age quotidiano: rughe più o meno profonde e zampe di gallina attorno agli occhi iniziano infatti a fare la loro comparsa ed è meglio quindi correre ai ripari. Le texture per l'estate sono leggere, anche in gel, a rapido assorbimento.

L'uomo invecchia diversamente. Rispetto alla pelle femminile quella maschile invecchia diversamente, anche a livello di tempistiche: se infatti le donne dovrebbero iniziare a usare un anti-age attorno ai 30 anni, gli uomini posticipano il cambio di beauty routine a qualche anno dopo. Il merito è della maggiore densità di fibre di collagene che permette all’epidermide maschile di essere più spessa. Con l’età però, avvicinandosi ai 40, la situazione cambia: infatti lo spessore epidermico si riduce rapidamente raggiungendo quello femminile. Conseguenza è la perdita di elasticità e quindi la comparsa di rughe, zampe di gallina, occhiaie.

L’azione degli anti-age. Scegliere quindi l’anti-età non è semplice anche perché bisogna tener conto del fattore idratazione, spesso messa sotto pressione dalla rasatura quotidiana. Non solo, ma con l’estate è necessario che la consistenza sia leggera, preferibile se in gel, così da rinfrescare e assorbirsi velocemente. Meglio quindi optare per un anti-age ad azione idratante: all’interno infatti questi prodotti contengono principi attivi e ingredienti naturali che non solo apportano il giusto livello di acqua ma soprattutto aiutano l’inspessimento della pelle. Tra gli ingredienti fondamentali ci sono acido ialuronico, zinco, rame e magnesio che permettono la rigenerazione cellulare mentre le vitamine ridonano luminosità.

In più. Da non dimenticare il fattore di protezione, così da creare una barriera contro i raggi solari che causano l’invecchiamento cutaneo, e lo spettro anti-inquinamento.